La quattordicesima è una somma aggiuntiva alla pensione corrisposta dall'INPS una volta l'anno, a luglio o a dicembre, viene erogata in favore delle pensioni piu' basse e varia a seconda dell'anzianità contributiva posseduta dall'assicurato.

 

La quattordicesima spetta ai pensionati di almeno 64 anni che hanno un reddito complessivo fino a un massimo di 2 volte il trattamento minimo annuo (per l'anno 2019 il reddito massimo è di €13.338,26).

L'importo varia a seconda dell'anzianità contributiva complessivamente maturata e del reddito del pensionato.

Per redditi sino a 1,5 volte il trattamento minimo (per il 2019, €10.003,07):
437,00 se si sono versati fino a 15 anni (lavoratori dipendenti) o fino a 18 anni (lavoratori autonomi) di contributi;
546,00 se si sono versati fino a 25 anni (lavoratori dipendenti) o fino a 28 anni (lavoratori autonomi) di contributi;
655,00 se si sono versati più di 25 anni (lavoratori dipendenti) o più di 28 anni (lavoratori autonomi) di contributi.

Per redditi compresi tra 1,5 volte il trattamento minimo (per il 2019, €10.003,07) e 2 volte (per il 2019, €13.338.26) il trattamento minimo:
336,00 se si sono versati fino a 15 anni (lavoratori dipendenti) o fino a 18 anni (lavoratori autonomi) di contributi;
420,00 se si sono versati fino a 25 anni (lavoratori dipendenti) o fino a 28 anni (lavoratori autonomi) di contributi;
504,00 se si sono versati più di 25 anni (lavoratori dipendenti) o più di 28 anni (lavoratori autonomi) di contributi.

Per maggiori informazioni,  può essere consultata la voce La quattordicesima