Dal 3 luglio 2019 è operativo il sistema EESSI (Electronic Exchange of Social Security Information), cioè la trasmissione telematica di dati tra circa 15mila enti previdenziali europei. Questo rivoluzionario progetto internazionale, scambierà le informazioni con gli enti degli altri Paesi europei interessati in modo completamente telematico.

 I vantaggi per i cittadini europei (studenti, disoccupati, lavoratori, pensionati e loro familiari) saranno costituiti dalla maggiore rapidità nella gestione delle domande e nel pagamento delle prestazioni pensionistiche, a sostegno del reddito, sanitarie e per infortuni sul lavoro e malattie professionali.

Naturalmente, potranno venire alla luce anche eventuali prestazioni indebitamente percepite perché erogate sulla base di informazione incomplete o errate.