Con la mensilità di luglio l’INPS provvederà d’ufficio ad erogare la somma aggiuntiva chiamata quattordicesima a circa 3.535.000 pensionati (di cui circa 135.000 ex dipendenti pubblici) che alla data del 31/7/2018 (30/06/2018 se pensionati pubblici) hanno un’età maggiore o uguale a 64 anni.

A coloro che perfezionano il requisito anagrafico di 64 anni dal 1° agosto, per la gestione privata, o dal 1° luglio, per la gestione pubblica ed ai soggetti divenuti titolari di pensione nel corso del 2018 la quattordicesima sarà corrisposta con la rata di dicembre.
In assenza di dati reddituali relativi agli anni 2018 o 2017, per i redditi diversi da quelli da prestazione sono stati utilizzati i redditi della campagna reddituale del 2016, redditi 2015 e, in subordine, della campagna reddituale 2015, redditi 2014. In assenza di tali redditi, la posizione è stata scartata.
I pensionati che non ricevono la quattordicesima e che sono in possesso dei requisiti per il diritto devono rivolgersi al nsotro Patronato INAS per presentare apposita domanda di ricostituzione on line.