In deroga alla normativa vigente, viene disposto che, per gli anni 2020-2023, per i lavoratori poligrafici di imprese stampatrici di giornali quotidiani e di imprese editrici e stampatrici di giornali e quotidiani, di periodici e di agenzie di stampa a diffusione nazionale, la pensione di anzianità si consegue con almeno 35 anni di contributi nell'assicurazione generale obbligatoria.

L'Inps, con circolare n. 90 del 30 luglio 2020 ha introdotto un beneficio fiscale a titolo di abbattimento dell'aliquota dell'imposta sul reddito delle persone fisiche sui trattamenti di fine servizio, ossia sull'indennità di buonuscita, sull'indennità premio di servizio e sull'indennità di anzianità per la parte di imponibile fino 50.000 euro.

Ecco la soluzione semplice per esigenze essenziali; pensato in primo luogo per chi non dispone di un conto corrente e ha esigenze bancarie minime, con l'obiettivo di favorirne e sostenerne l'inclusione finanziaria.

Sulla Gazzetta ufficiale 221 del 5 settembre u.s. è stato pubblicato il Decreto 19/08/2020 della Funzione Pubblica contente l’approvazione dell’Accordo quadro per il finanziamento bancario dell’anticipo sulla liquidazione dell’indennità di fine servizio (TFS, TFR altrimenti denominata e determinata) dei dipendenti pubblici.

Manifestamente inadeguato a garantire a persone totalmente inabili al lavoro i mezzi necessari per vivere” e dunque vìola il diritto sancito dall’art. 38 della Costituzione, secondo cui “ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto di mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale".

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 dell’11 giugno 2020, è stato pubblicato il decreto del Ministro del lavoro relativo all’aggiornamento dei divisori e dei coefficienti di trasformazione utili per il calcolo delle pensioni che verranno liquidate in tutto o in parte con il metodo contributivo a partire dal 1 gennaio 2021.

Contromano 40

RESTIAMO ACCANTO A CIASCUNO DEI NOSTRI PENSIONATI
di Piero Ragazzini - Segretario Generale FNP CISL